Dossier: Fra Europa e Africa, Italia nella morsa delle migrazioni

Terra promessa per migliaia di persone, l’Italia è stretta nella morsa delle migrazioni: e i flussi che sembrano incontrollati alimentano la sensazione dell’invasione.

Fra Europa e Africa, l’Italia nella morsa delle migrazioni

Da quando l’Italia è divenuta terra promessa per centinaia di migliaia di migranti stranieri, quindi, per semplificare, almeno da metà degli anni Novanta, il governo dei flussi migratori ha acquisito un’importanza centrale per il nostro Paese.

Nessuno avrebbe però potuto sospettare, all’inizio del nuovo millennio, che la pressione demografico-migratoria sul vecchio continente potesse raggiungere i picchi registrati negli ultimi cinque anni.

In Europa, ripresa generalizzata della crescita e paralleli interessi della criminalità organizzata. Ai confini, povertà, malgoverno, guerre civili e gruppi terroristici.

Un cocktail molto pericoloso per i fragili equilibri politici italiani e continentali, soprattutto in tempi di elezioni e maggioranze evanescenti.

Il rischio che il fenomeno sfugga dalle mani è di tutta evidenza. Se vogliamo superare la sfida delle migrazioni servono quindi da subito antidoti efficaci alle politiche concilianti finora adottate, antidoti che si traducono in strategie di lungo respiro di politica estera e interna, per evitare che le migrazioni, da grande opportunità per lo sviluppo sociale ed economico dell’Italia e dell’Europa, si trasformino in vera e propria “bomba sociale” per la tenuta dell’ordine costituito. La gestione del dossier migratorio sarà a ben vedere il primo vero banco di prova per qualsiasi coalizione che i risultati delle urne del 4 marzo chiameranno a guidare il Paese dal prossimo 4 marzo.

I migranti nel mondo, in Europa e in Italia, leggi qui.

 

Questo articolo è pubblicato anche su ItaliaNotizie24.it